Candas Sisman Turchia, 1985

Panoramica

Nel lavoro di Candaş Şişman (1985, Izmir-Turchia) è costante il riferimento alle scienze naturali e alle leggi della fisica, sia che lavori sulle rifrazioni di luce, sia che sfrutti la creatività del movimento di un pendolo di Foucault, sia ancora che riproduca digitalmente forme geometriche basilari che si trasformano in elaborate strutture "viventi" nei suoi video.

Attraverso la sue opere ci introduce nel mondo della complessità, là dove la realtà si incontra con il mistero, con l'inusuale ed il sorprendente, alla costante ricerca di una verità che risponda a principi semplici ma mai banali.

Il suo lavoro è quindi teso ad indagare la perfezione e l'armonia insita nelle leggi di natura, quanto al contempo superare i limiti della percezione, della logica e del linguaggio convenzionali.

Opere
Biografia

Candaş Şişman vive e lavora a Istanbul. Si è laureato presso la Eskişehir Anadolu University e ha studiato multi-media design nei Paesi Bassi. Nel 2011 ha fondato Nohlab, uno studio dedicato alla produzione di esperienze multimediali nel campo dell'arte, del design e della tecnologia. È membro di NOS, piattaforma collaborativa per la creazione di performance audio-visive sound-reactive. Dal 2014 insegna soundart  in diverse Università.

Il suo lavoro ha ottenuto svariati importanti riconoscimenti, dalla Menzione d'Onore del prestigioso Premio ARS Electronica Computer Animation/Film/VFX (2013) al premio Selezione della Giuria del 18° Japan Media Arts Festival (2014).

Nel 2014 ha partecipato con l'opera "Sonicfield-01" alla Biennale di Architettura di Venezia, esponendo nel padiglione turco nella mostra "Places of Memory", a TED X, ad ARS Electronica, Todaysart Festival and Japan Media Arts Festival. L'opera audiovisiva "FLUX" è stata recentemente esposta nel contesto dell'İlhan Koman Hulda festival (Istanbul).

Mostre
Video